Crea sito

Cittadella, camminare nella storia

Eccomi amici, oggi ha inizio il mese di ottobre e lo voglio inaugurare parlandovi di una località in cui vado molto spesso sia perché è a pochi km da casa ma anche perché mi piace davvero moltissimo come città.
Sono appassionata di Medioevo e qui a Cittadella è come camminare nella storia e si ha la fortuna di poter assaporare e respirare quest’atmosfera e penso sia un qualcosa di meraviglioso.

La nascita di Cittadella si può far risalire attorno al 1220, quando il Comune di Padova decide di costruire questa cittadina, al centro della pianura veneta, per tutelarsi dagli attacchi esterni di Treviso e Vicenza, per il controllo dei signori locali e anche per una politica di colonizzazione agraria.
Cittadella quindi quest’anno ha festeggiato i suoi 800 anni di storia, pensate quante vicende sono successe e quante personalità sono passate per di qui.
Quest’area però era frequentata già in epoca romana, nel 148 infatti è datata la Postumia strada che collega Genova ad Aquileia, dopodiché in epoca alto medievale è stata abbandonata la zona.
Una tra le personalità di spicco di Cittadella è sicuramente il signorotto locale Ezzelino III da Romano che qui domina tra il 1237 e il 1256 e che nel 1251 fa innalzare la Torre di Malta come prigione per i suoi nemici.
Dopodiché tra il ‘300 e ‘400 Cittadella è controllata dai Carraresi e poi dal 1406 dalla città di Venezia che qui domina fino al 1797 quando Napoleone, con la Campagna d’Italia, conquista tutto il Settentrione.
Nel 1815,  quindi dopo il Trattato di Vienna, il Veneto passò sotto il controllo degli austriaci fino ad entrare nel 1866 nel Regno d’Italia.

L’ultima volta che io sono stata qui, come avete potuto vedere grazie al mio profilo Instagram ho percorso il Camminamento di Ronda.
Cos’è il Camminamento di Ronda? è un cammino che si snoda lungo dei sistemi difensivi, un tempo utilizzato per difendere la città dall’alto in caso di attacchi nemici. Pensate che Cittadella ha l’unico camminamento di Ronda percorribile in Europa, un vero onore per  Cittadella, offrire la possibilità al visitatore di camminare nella storia.

Il restauro, che ha permesso la messa in sicurezza del Camminamento di Ronda, è stato un lavoro che è durato una ventina d’anni, infatti l’opera è stata completata nel 2013, il tutto è terminato l’otto giugno, con una grande festa per l’inaugurazione, a cui ha partecipato anche Gerry Scotti, ufficializzando così l’importanza di Cittadella come località in cui è possibile camminare nella storia
Lungo il Camminamento di Ronda, percorso di circa 2 km, in cui è possibile camminare attraverso la storia grazie anche alla presenza delle stanze di rievocazione e allestimento medievale nella Casa del Capitano, adiacente al torrione di Porta Bassano.
La Casa del Capitano ha questo nome poiché qui viveva il Capitano delle Guardie assieme ad un gruppo di tre soldati e due balestrieri e si occupavano di difendere la porta più fortificata della città.
Al piano terra della Casa del Capitano attualmente resta solo il pozzo di epoca medievale punto attrattivo e ricco di traccie di storia che devono essere conservate e lasciate alla memoria per comprenderne ancora più il valore.

Il pozzo
Il pozzo

Al primo piano invece c’è l’Ufficio turistico Iat, qui è possibile sia acquistare i biglietti d’ingresso al Camminamento di Ronda ma qui è possibile anche conoscere più approfonditamente il territorio circostante e prenotare i Laboratori didattici per insegnare ai bambini i mestieri medievali, consentendogli di vivere un’esperienza che senza dubbio apprezzeranno tantissimo.

IAT Cittadella
IAT Cittadella

Vicino allo Iat c’è la Sala Affrescata, la meglio conservata con affreschi che vanno dal 1504 al 1509, periodo in cui Cittadella era dominata dai Malatesta.
Personalmente questa sala l’ho ritenuta davvero splendida ma una mia piccola osservazione è che potrebbe essere resa ancora più bella, se la si valorizzasse ancora di più, comprendendola meglio all’interno del percorso di visita altrimenti penso che il rischio sia quello di perderne comunque il valore che essa ha.

Sala Affrescata
Sala Affrescata

Al secondo piano della Casa del Capitano abbiamo la sala di rievocazione vera e propria con modelli di armature dal 1200 al 1500, una riproduzione fedele delle armi e un modellino in scala del Castelli di Porta Bassano, di come questo doveva apparire nel 1300.

                                                        

Dopodiché abbiamo l’ingresso al Camminamento di Ronda, da cui ha appunto inizio il nostro percorso per camminare lungo la storia di Cittadella.

Ingresso al Camminamento di Ronda
Ingresso al Camminamento di Ronda

Noi oggi grazie ad esso possiamo godere di panorami unici, sia verso il paesaggio esterno, potendo ammirare i Colli Euganei, i Monti Berici, la Pedemontana, le città murate di Marostica ed Asolo, il Monte Grappa e su quello interno alle mura, in cui si può notare uno spazio organizzato su un sistema a scacchiera di derivazione romana e dipendente dalle quattro porte: A sud: Padova, a ovest: Vicenza, a nord: Bassano del Grappa e ad est: Treviso.
Nelle quattro porte troviamo rappresentati sia elementi religiosi: Affresco della Crocifissioni su Porta Vicenza e quello dell’Incoronazione della Vergine e l’Annunciazione su Porta Treviso che laici: lo stemma dei Carraresi e del Comune di Padova su Porta Padova e Porta Bassanese.

Tra le quattro porte: Porta Padova è la sede della Torre di Malta un tempo, come abbiamo visto, prigione citata anche da Dante, all’interno della Divina Commedia e ad oggi sede del Museo dell’Assedio, del Museo Civico Archeologico e di convegni e conferenze.
All’interno del Museo Civico Archeologico sono contenuti reperti archeologici trovati proprio nel territorio Cittadellese che coprono un periodo storico molto vasto: dall’Età del Bronzo fino al Rinascimento.
Attualmente il Museo è visitabile solamente per fini di ricerca e studio, però si spera che presto possa essere nuovamente riaperto al pubblico, per una conoscenza più approfondita del territorio in cui è inserita la splendida Cittadella.

             

All’ultimo piano del Museo Civico Archeologico si trova la terrazza panoramica da cui si può godere di una vista privilegiata sulla cittadina.

Spero vi sia piaciuto questo viaggio con me , attraverso la storia di questa cittadina, ciò che vi ho fin qui descritto è solo una parte di ciò che ci può regalare Cittadella, per tutto il resto vi consiglio di visitare il sito ufficiale per il turismo a  Cittadella Visitcittadella.it  e la relativa pagina Instagram e anche il loro account Instagram Muradicittadella, incentrato soprattutto sulle Mura di Cittadella e sul Camminamento di Ronda.
Io poi ovviamente ne parlerò ancora all’interno del mio account Instagram SmartVeneto e anche qui nel blog quindi stay tuned anche perché ottobre è un mese molto importante per Cittadella e se mi seguirete presto scoprirete il motivo.

Camminamento di Ronda
Camminamento di Ronda

 

 394 total views,  1 views today