Crea sito

Escursione in barca a Sirmione

Ciao amici, come avete deciso voi, dopo i miei sondaggi sul mio profilo Instagram SmartVeneto sono qui per parlarvi di una nuova meta, questa volta fuori Regione: Sirmione in provincia di Brescia quindi in Lombardia.
Non è la prima volta che vado in questa splendida località ma ogni volta è un’emozione enorme, non me ne voglia il mio Veneto ma penso che sia  una delle città più belle d’Italia e in generale per me il Lago di Garda è una delle destinazioni migliori al mondo e non esagero.

Voi ci siete mai stati? Se la risposta è negativa e magari avete in mente di andarci ve lo consiglio davvero tantissimo e con questo articolo del mio blog spero di trasmettervi un po’ della bellezza di questi luoghi.

Quest’estate sono stata ben due volte sul Lago di Garda e Sirmione è stata la destinazione in cui mi sono recata per prima, sono davvero innamorata del Lago e come si dice, per iniziare in bellezza la mia visita è iniziata proprio da questa Località.

Sono arrivata qui prestino verso le ore 9.00 ed è un consiglio che do anche a voi, per poter avere la giusta calma per assaporare i suoi profumi, i suoni e i colori e dopo una colazione sono salita in barca, che avevo già prenotato giorni prima ma che comunque si può prenotare anche direttamente lì.
Io come vi avevo già detto sul mio profilo Instagram l’ho preso dai ragazzi di Sirmioneboats.it Consorzio Motoscafisti che guida i viaggiatori alla scoperta delle ricchezze della penisola da ben vent’anni, a partire dal Castello Scaligero, uno dei punti più caratteristici di Sirmione e anche uno tra i castelli di Lago meglio conservati.
Grazie alla professionalità e alla disponibilità della squadra di Sirmioneboats ho avuto modo di vivere un’esperienza piacevole, in piena sicurezza e soprattutto senza ritardi e inoltre ho apprezzato molto la bravura del motoscafista nello spiegarci tutto nel dettaglio, rispondendo alle nostre domande e curiosità e potrete immaginare quante informazioni ho raccolto per voi.

Come vi ho detto l’escursione in barca ha avuto inizio da Piazza Castello, proprio alla sinistra dello storico Castello Scaligero e sono ben visibili grazie all’ombrellone blu qui in foto, quindi è proprio impossibile non accorgersi della loro presenza.

Lungo il corso dell’escursione abbiamo ammirato le ricchezze di Sirmione, in particolare abbiamo visto:

Villa Maria Callas
La più grande cantante lirica  Anna Maria Cecilia Sophia Kalogheròpoulos, in arte Maria Callas arrivò in questi luoghi nel 1952 e qui trovò la vera pace tant’è che appunto decise di trasferirsi qui assieme al marito, il ricco industriale Giovan Battista Meneghini.
La Callas aveva espresso come suo ultimo desiderio di poter esser seppellita proprio qui a Sirmione, per il legame e per l’amore che la legava a questa località.
Alla fine le vicende andarono in modo diverso e nel 1977, quando morì, fu sepolta a Parigi.
La sua memoria però è ancora viva tra gli abitanti di Sirmione che la ricordano con grande affetto e la sua presenza è ancor’oggi viva grazie ad un palazzo comunale che ospita mostre e grandi eventi, ad un ristorante, al parco vicino alla sua villa e ad un festival musicale che si tiene in estate e che sono tutti a lei dedicati.

Questa è la Villa di Maria Callas vista dal Lago
Questa è la Villa di Maria Callas vista dal Lago

Le Grotte Di Catullo
Altra personalità legata a Sirmione è il poeta Catullo che dedica alla località diversi poemi e di cui oggi possiamo ammirare le Grotte di Catullo.
Le grotte sono i resti di quello che era una delle più sontuose ville romane, appartenente alla famiglia del grande poeta romano e che copre un’area di due ettari (20.000 mq). Nella seconda metà del ‘900 l’area fu acquisita dalla Sopraintendenza delle Belle Arti che ha fatto si che questa meraviglia si potesse conservare fino ai giorni nostri.
Proprio qui inoltre si trova anche Jamaica Beach, spiaggia con acqua limpidissima.

Grotte di Catullo viste dal Lago
Grotte di Catullo viste dal Lago

Sorgente sulfurea Boiola
Altra chicca che ci ha permesso di scoprire la nostra guida, che ci ha portati alla scoperta di queste meraviglie è la sorgente sulfurea Boiola, scoperta nel 1889 da un palombaro veneziano di nome Procopio, l’acqua che qui sgorga nasce dal monte Baldo e porta le sue proprietà benefiche fino alle terme più conosciute del lago di Garda: Il Centro termale Acquaria proprio qui a Sirmione.

Bolle della sorgente sulfurea Boiola
Bolle della sorgente sulfurea Boiola

Dopo aver abbassato la testa per poter passare al di sotto del ponte Levatoio del nostro Castello Scaligero, siamo giunti alla fine dell’escursione, con il cuore ricolmo di bei ricordi.

Ponte levatoio Castello Scaligero
Ponte levatoio Castello Scaligero

Al termine di questa meravigliosa esperienza vi consiglio comunque un giro tra le splendide e coloratissime viuzze del centro di Sirmione, come ho fatto anche io, qui troverete tantissimi ristorantini dove poter assaporare dell’ottimo pesce di lago terminando il tutto magari con un buon gelato, qui sono davvero ottimi e come si dice oggi instagrammabili.

 189 total views,  1 views today